Prestiti agevolati di Poste Italiane: caratteristiche dei prodotti, soluzioni vantaggiose, info e dettagli

Indice dei contenuti

I prestiti: informazioni importanti da conoscere

Quando decidiamo, per necessità personali, che la cosa migliore per noi è richiedere un prestito, allora dobbiamo sapere che esistono diverse tipologie di prestiti. Prima di tutto dei prestiti che sono personali, ovvero permettono l’accredito della cifra richiesta direttamente sul proprio conto corrente. Questi sono i prestiti più frequenti, che sono richiesti quindi e concessi maggiormente. Quando invece parliamo di prestiti finalizzati, come nel caso di giovani studenti, allora i soldi vengono erogati direttamente all’Ente, provvedendo così ad esempio al pagamento delle tasse universitarie. Inoltre i prestiti possono essere concessi sia da banche, che da privati, che da Poste Italiane.

Prestito BancoPosta, definizione e caratteristiche

Il Prestito BancoPosta è possibile richiederlo anche nella situazione in cui non si è titolari di un conto corrente BancoPosta. L’importo deve essere almeno di 3 mila euro, mentre la durata del rimborso va dai 24 agli 84 mesi. Il rimborso delle rate ha una scadenza ovviamente di tipo mensile ed avviene, in base al tipo di cliente attraverso la modalità di addebito diretto su Conto Corrente BancoPosta, Carta Postepay Evolution, Conto Corrente Bancario.

C’è anche la modalità dei bollettini, in tal caso le spese per il pagamento dei bollettini risultano a carico del cliente però. Si tratta comunque sia di un prestito personale che va richiesto da chi abita in Italia oppure ha un contratto di lavoro/pensione sempre nel nostro Paese. Per richiedere il Prestito BancoPosta è necessario presentare una data documentazione:

  • documento d’identità in corso di validità
  • tessera sanitaria,
  • documento di reddito.

In base al cliente e molto spesso quando ci sono promozioni in corso, possono essere richiesti documenti aggiuntivi.
Questa soluzione consente di chiedere fino a 30.000 euro. L’erogazione dell’importo richiesto, una volta ottenuta l’approvazione del prestito in questione, può avvenire in più modalità:

  • accredito sul tuo Conto Corrente BancoPosta per i titolari di Conto Corrente BancoPosta,
  • accredito su conto corrente bancario, Postepay Evolution o direttamente in contanti allo sportello dell’ufficio postale per i titolari di Libretto di Risparmio Postale.
    Questa modalità è permessa solo per cifre fino ad un massimo di 10.000 euro.

Prestito BancoPosta Flessibile

Un’altra comoda proposta di Poste Italiane è quella del Prestito Bancoposta Flessibile: la cifra richiesta è compresa in un range che va da un minimo di 3 mila euro fino ad un massimo di 30 mila euro. Questo tipo di prestito è destinato a titolari di un conto corrente Banco Posta. Inoltre Prestito Bancoposta Flessibile, così come si può facilmente intuire dal nome stesso, consente di poter cambiare o saltare la rata. Di solito si consiglia in quanto il cliente può sfruttare i propri progetti secondo un piano che più preferisce. Si può infatti modificare comodamente l’importo della rata o spostarla al termine del finanziamento, scegliendo una cifra e una durata legate alle proprie esigenze personali. La prima cosa da fare per richiedere un Prestito BancoPosta Flessibile è recarsi fisicamente presso un ufficio postale, con i documenti corretti. Ovvero un documento di identità, la tessera sanitaria e il documento di reddito. Il soggetto che richiede il prestito, infatti deve dimostrare di risiedere e lavorare in Italia.

Per quanto concerne l’erogazione, questa avviene in un’unica formula con accredito diretto sul conto BancoPosta intestato alla persona che ha richiesto il prestito.

Prestito BancoPosta con modalità online

Il Prestito BancoPosta Online è destinato ai correntisti BancoPosta con servizio di internet banking. L’importo richiesto può partire da 3 mila euro fino ad un massimo di 30 mila. La richiesta viene effettuata con un processo 100% online con firma digitale. Questa opzione è davvero comoda, permettendoci di non muoverci da casa.

Per effettuare la procedura bisogna prima di tutto fare il login nella propria area riservata e si accede in questo modo alla sezione Finanziamenti. Poi si trova una soluzione economica giusta con un simulatore di calcolo. E subito dopo siamo pronti per compilare comodamente da casa, l’apposito modulo. La risposta di fattibilità sarà immediata. Tutti i documenti vengono inviati e firmati con una procedura online, ma è possibile anche spedirli in formato cartaceo. Se la richiesta di finanziamento viene accolta, la somma verrà accreditata in poco tempo sul conto BancoPosta. La durata del finanziamento, di solito va da un minimo di 24 mesi a un massimo di 108 mesi. Il soggetto richiedente il prestito, può usufruire delle opzioni cambio rata/salto rata.

Cosa sapere sul mini Prestito BancoPosta?

Quello che è chiamato mini Prestito Banco Posta è un finanziamento di piccola portata, e lo riceveremo direttamente sulla nostra PostePay Evolution. Il rimborso risulta possibile in 22 rate fisse mensili. Una volta approvato il finanziamento, l’importo richiesto è disponibile sulla nostra carta PostePay Evolution. La richiesta può essere presentata in qualsiasi ufficio postale, ma anche online in alcuni casi. Gli importi richiedibili  di solito sono 1.000, 2.000 e 3.000 euro circa. Le condizioni per accedere al credito sono: essere titolare di una Carta Postepay Evolution, avere un’età compresa tra i 18 e 76 anni non compiuti a fine rimborso, essere residenti in Italia e avere un reddito da lavoro/pensione dimostrabile prodotto in Italia.

Ecco quali documenti presentare all’ufficio postale:

  • il documento d’identità in corso di validità,
  • la tessera sanitaria e il documento di reddito.

Quinto BancoPosta: modalità vantaggioso con cessione del quinto dello stipendio

Quinto Posta rappresenta un prestito  adatta per i dipendenti pubblici e per i pensionati. Si tratta di un finanziamento disponibile nell’ufficio postale più vicino alla propria residenza o domicilio. Lo possono richiedere anche coloro che non sono titolari di un conto corrente. Tanti sono i vantaggi:

rimborsi adeguati alle esigenze personali;

le coperture assicurative a carico dell’istituto che eroga il prestito;

la rata trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione e la possibilità di sfruttare questo prestito per estinguerne altri.

Quinto BancoPosta per i pensionati: prestito agevolato

Il prestito Quinto BancoPosta Pensionati è una formula ottimale per coloro che intendono rimborsare la cifra con tutta tranquillità. Può essere richiesto sia per mettere in campo nuove attività che per estinguere finanziamenti in corso.
I soggetti finanziabili sono, come indicato dal nome i pensionati.

Per quanto riguarda l’importo, questo varia a seconda della pensione. In pratica sotto la certificazione dell’Ente previdenziale rilasciata direttamente presso l’ufficio postale. La durata del finanziamento di solito possiamo dire che parte da un minimo di 36 mesi ad un massimo di 120. La rata viene trattenuta sulla pensione, fino ad un  valore uguale ad un quinto. Motivo per cui si dice cessione del quinto, questa è una garanzia per la banca e una comodità per il soggetto. Obbligatorie le coperture assicurative per legge.

Questo tipo di prestito personale può essere richiesto se si possiede la residenza in Italia e se si ha un reddito pensione dimostrabile prodotto in Italia. Nel momento in cui scade il piano di ammortamento il pensionato non deve avere un’età superiore agli 84 anni. Per richiedere Quinto BancoPosta Pensionati in un ufficio  sarà necessario fornire la seguente documentazione:

documento d’identità in corso di validità;
tessera sanitaria;
cedolino pensione (o CUD o modello Obism);
conteggio estintivo precedente finanziaria (nel caso sia necessario un rinnovo per altra cessione in corso).

Poi ovviamente abbiamo anche qualche documento in più da presentare per quanto concerne  i cittadini stranieri extracomunitari residenti in Italia. I richiedenti dovranno, in aggiunta ai documenti elencati ovvero quelli di base, presentare infatti un permesso di soggiorno a tempo indeterminato o la cui scadenza sia successiva alla fine del finanziamento. Può essere richiesta documentazione aggiuntiva rispetto a quella qui elencata a seconda delle esigenze del richiedente.

Cosa sapere sul prestito Special Cash Postepay?

Il prestito Special Cash Postepay è la un ottima formula per il cliente che intende ottenere un finanziamento attraverso la ricarica della propria carta Postepay o della carta Postepay Evolution. Questa soluzione quindi consente di effettuare gli acquisti in piena libertà ed autonomia, scegliendo tra un numero di tre differenti piani di ricarica disponibili. Inoltre la cifra richiesta sarà a disposizione del cliente in pochissimi giorni sulla carta Postepay.

Conclusioni: le proposte di Poste Italiane

Come si è visto le proposte in campo prestiti di Poste italiane, sono diverse e nella maggior parte dei casi molto vantaggiose. Le comodità non sono precluse a soli soggetti, ma bene o male tutti possono accedere ai prestiti sopra presentati, ovviamente con la dovuta documentazione. Sta a noi fare le corrette valutazioni e comprendere quale sia il prestito che fa davvero al caso nostro. Sia per quanto riguarda importi minimi e massimi e piano di ammortamento, sia per quanto concerne i documenti che bisogna presentare in modo obbligatorio. Infine questi prestiti sono molto diretti anche quanto possediamo delle carte.