Prestiti agevolati per dipendenti Fiat: descrizione, caratteristiche, proposte, tipologia di prestito

Indice dei contenuti

Come ormai è noto un po’ a tutti, se percepite una busta paga da lavoro dipendente a tempo indeterminato, è molto più facile e veloce ottenere un prestito da una banca o da una finanziaria.

La busta paga infatti rappresenta una forte garanzia ed è utile per ottenere qualsiasi tipologia di finanziamento, a condizioni spesso anche molto vantaggiose. In questa guida, parleremo in particolare dei prestiti agevolati per dipendenti Fiat, analizzandone le caratteristiche e informandovi su come richiederli e ottenerli.

Caratteristiche dei prestiti agevolati per dipendenti Fiat

La Fiat (oggi FCA Group) è una grande azienda automobilistica italiana attiva da moltissimo tempo sul territorio, e quindi non ha bisogno di grandi presentazioni.

Se siete dipendenti Fiat, quindi, potrete contare sul fatto che qualsiasi creditore non avrà generalmente alcun problema a rilasciarvi un prestito. Ovviamente valuterà anche altri requisiti, ma essere dipendenti di una grande azienda porta dei vantaggi anche a coloro che, in altre condizioni lavorative, avrebbero qualche problema in più, come ad esempio i cattivi pagatori, e andando avanti con la lettura capirete perché.

Fondamentalmente, il motivo principale è che potrete richiedere due tipologie di prestito in particolare, ovvero la cessione del quinto dello stipendio o della pensione e il prestito con delega.

Che si tratti di questi ultimi o di un tradizionale prestito personale finalizzato o meno, la caratteristica principale dei prestiti per dipendenti Fiat è che hanno sempre delle condizioni abbastanza agevolate, proprio in virtù della garanzia che riuscite a offrire tramite la busta paga e il fatto di essere dipendenti di un’azienda seria e dalle grandi dimensioni.

Ai prestiti per lavoratori Fiat, infatti, vengono applicati dei tassi di interesse molto più bassi rispetto alla media di mercato. L’applicazione di bassi tassi di interesse fa sì che abbiate una notevole convenienza sul costo del finanziamento, aumentando di conseguenza il potere di acquisto.

Requisiti per ottenerli

I prestiti per dipendenti Fiat rientrano nella categoria dei prestiti personali e per richiederli dovrete possedere determinati requisiti.

Oltre ad essere un dipendente di questa nota azienda automobilistica, dovrete risultare di non essere cattivi pagatori, perché se risultate iscritti nel registro della Crif, la Centrale dei Rischi Finanziari, difficilmente vi verrà concesso un finanziamento, a meno che i creditori non vi concedano di presentare garanzie alternative come una fideiussione, un pegno sui titoli o l’ipoteca su un immobile di vostra proprietà.

Tuttavia, come accennato in precedenza, ci sono delle tipologie di prestito, come la cessione del quinto dello stipendio e della pensione, e il prestito con delega, che vi permettono di richiedere un finanziamento anche se risultate cattivi pagatori

Prima di approfondire queste due forme di prestito, elenchiamo gli altri requisiti necessari per ottenere un prestito Fiat:

  • Avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato o, se determinato, questo non deve avere una scadenza inferiore a quella delle rate del prestito che andate a richiedere
  • Il reddito percepito deve essere tale da poter sostenere le rate del prestito e quindi non rischiare il sovra indebitamento
  • Avere un’età compresa tra i 18 e i 70 anni

La cessione del quinto dello stipendio

La cessione del quinto dello stipendio rappresenta la tipologia di prestito per dipendenti Fiat più facile da ottenere.

I prestiti con cessione del quinto prevedono la trattenuta della rata direttamente dalla busta paga da parte del datore di lavoro – in questo caso la Fiat -, che trasferirà la somma all’ente finanziario che vi concederà il finanziamento.

La quota massima della rata non potrà mai essere superiore al 20% del vostro stipendio netto percepito, ovvero di un quinto, in quanto devono essere proporzionali ad esso e non mettervi in condizioni di difficoltà economica.

La durata massima di un prestito con cessione del quinto è di 10 anni e potete richiederne, dopo 4 anni, l’estinzione anticipata per rifinanziarlo.

Potete richiedere una cessione del quinto anche se siete pensionati Fiat e in questo caso, la rata verrà trattenuta direttamente dalla vostra pensione.

Una delle più importanti caratteristiche della Cessione è che potete richiederla anche se risultate cattivi pagatori o protestati. A farvi da garante del prestito, infatti, è la stessa azienda per la quale lavorate, per cui i creditori sono abbastanza sicuri sul rientro delle somme concesse in prestito. /su_note]

Tuttavia, per tutelarsi maggiormente dal rischio insolvenza, l’ente finanziario vi chiederà di sottoscrivere due polizze assicurative: rischio impiego e rischio vita.

Cessione del quinto per dipendenti Fiat e polizze assicurative

Nella cessione del quinto dello stipendio o della pensione, le polizze sono obbligatorie per legge, e servono a tutelare la banca o la finanziaria in caso di vostro licenziamento, inabilità al lavoro o morte prematura.

Sottoscrivendo le polizze rischio impiego e rischio vita, in caso di eventi non previsti sarà la stessa assicurazione a provvedere al saldo del debito, e voi non correrete il rischio di risultare cattivi pagatori.

Inoltre, in caso di morte prematura, eventuali vostri eredi saranno tutelati dalla possibilità di dover saldare il debito al posto vostro.

La delega di pagamento

Come accennato, oltre alla cessione del quinto esiste un’altra tipologia di prestito per dipendenti Fiat molto simile ad essa ma ancora più vantaggiosa, ed è la delega di pagamento.

Anche in questo caso, a fare da garante è lo stesso datore di lavoro e le rate del prestito verranno trattenute in busta paga.

La differenza principale rispetto alla cessione sta innanzitutto nel fatto che, in caso di Delega, il datore potrebbe rifiutarsi di pagare le rate mensili al vostro posto, e questo potrebbe rappresentare uno svantaggio. L’altra differenza, che riguarda invece un vantaggio, è che con la delega di pagamento la quota trattenuta dallo stipendio raddoppia, quindi sarà del 40% e non più del 20% come nella cessione.

Andrete quindi a pagare una rata con un importo maggiore, che vi permetterà di accorciare la durata del piano di ammortamento e, di conseguenza, di diminuire gli interessi applicati, che sono già piuttosto bassi per i dipendenti Fiat e che quindi vi permettono di ottenere un prestito ancora più conveniente. Inutile dire che, ovviamente, avrete a disposizione un capitale di importo ancora più elevato di quello che avreste con una cessione del quinto.

Altro vantaggio è che potete richiedere una delega di pagamento anche se avete in corso la restituzione delle rate di un altro finanziamento. /su_note]

La delega di pagamento, a differenza della cessione, può essere richiesta solo dai dipendenti Fiat e non dai suoi pensionati.

Come richiederli e quale documentazione presentare

Per ottenere i prestiti agevolati per dipendenti Fiat dovrete rivolgervi alla vostra o ad altra banca, oppure a un istituto di credito o a una finanziaria online. Se scegliete quest’ultima strada, potrete ottenere il prestito in maniera ancora più veloce, in quanto le operazioni online sono molto più snelle rispetto a quelle di una filiale fisica.

Pur se i tassi di interesse applicati a queste tipologie di prestiti per dipendenti Fiat sono piuttosto bassi, ogni ente finanziario applica i suoi, per cui il consiglio è quello di richiedere diversi preventivi in modo da valutare quale istituto di credito riesce a farvi la proposta più vantaggiosa.

Al momento della richiesta, dovrete presentare la seguente documentazione:

  • Documento di identità in corso di validità e codice fiscale
  • Busta paga e dichiarazione dei redditi
  • Se siete pensionati, cedolino della pensione

Conclusioni

In questa guida ci siamo soffermati principalmente sulle tipologie di prestiti agevolati per dipendenti Fiat più frequentemente proposti e concessi, ma è bene che sappiate che potete ottenere qualsiasi altra forma di prestito personale. Per avere informazione su altre forme di finanziamento, potete fare riferimento alle numerose guide presenti su questo stesso sito.