Prestiti agevolati per lavoratori interinali: come presentare la richiesta

Indice dei contenuti

I cosiddetti interinali fanno parte di una particolare categoria di lavoratori ai quali non sempre è possibile concedere dei finanziamenti o dei prestiti personali. Tuttavia, neanche a molti di loro è preclusa questa possibilità, anche se è necessario possedere determinati requisiti.

In questa guida vi parleremo di prestiti agevolati per lavoratori interinali, delle loro condizioni, a chi richiederli e come ottenerli.

Chi sono i lavoratori interinali

Se siete lavoratori interinali sapete già che siete a tutti gli effetti dei dipendenti, poiché lavorate presso un’azienda e percepite un reddito fisso, stabilito dal contratto di lavoro che avete sottoscritto.

Da questo punto di vista non sembrano esserci sostanziali differenze con le altre tipologie di lavoratori dipendenti, ovvero con coloro che hanno meno difficoltà a richiedere e ad ottenere qualsiasi forma di finanziamento.

C’è tuttavia una sostanziale differenza tra voi e un tradizionale lavoratore dipendente, ovvero che non siete stati assunti direttamente dall’aziende per la quale lavorate ma da un’agenzia interinale, ovvero da una seconda azienda che assume i propri dipendenti e poi li “presta” ad altre aziende in cerca di una particolare figura professionale.

Il cosiddetto “prestito” è stabilito per un determinato periodo di tempo, nel corso del quale possono esservi diversi rinnovi di contratto. Fino a quando la situazione rimane tale, ovvero siete “in prestito” presso l’azienda per la quale lavorate, sarà difficile ottenere dei prestiti agevolati per lavoratori interinali, anche se non impossibile.

Molte tipologie di prestiti per lavoratori interinali vengono concessi con piani di ammortamento che non superano la fine della durata del contratto di lavoro. Spesso si fa riferimento a piccole somme, ma indubbiamente percepire una busta paga fa sì che possiate ottenere dei prestiti abbastanza agevolati e convenienti, ovvero non gravati da forti tassi di interesse.

Il limite di durata del finanziamento, inferiore alla scadenza del vostro contratto, è necessario perché in questo modo le banche e le finanziarie si assicurano che sarete in grado di saldare il debito, visto che percepite un reddito sicuro e costante, pur se con una scadenza.

Anche per voi lavoratori interinali, poi, sono previste delle particolari agevolazioni, come vedremo in seguito.

Requisiti per ottenerli

Come per qualsiasi altra tipologia di finanziamento, anche per i prestiti agevolati per lavoratori interinali è necessario che possediate determinati requisiti per ottenerli.

In base ai requisiti che possedete, i creditori potranno valutare se la tipologia di prestito che richiedete potete ottenerlo o se è necessario o preferibile scegliere un’altra forma di finanziamento.

In particolare, per ottenere i prestiti agevolati per lavoratori interinali dovrete:

  • Avere un’età anagrafica compresa tra i 18 e i 75 anni
  • Essere residenti in Italia
  • Possedere una busta paga da lavoro interinale
In base alla durata del vostro contratto, l’ente finanziario sarà in grado di stabilire l’importo massimo del prestito che potrà essere concesso e il piano di ammortamento, ovvero il numero delle rate che andrete a pagare mensilmente.

Come vedete, i requisiti non si discostano da quelli di un tradizionale prestito personale. Ciò a cui si fa maggiormente attenzione è quindi alla scadenza del contratto.

L’importo della rata sarà stabilito in base all’ammontare dello stipendio netto mensile percepito, in modo da non mettervi in difficoltà. Si terrà anche conto delle spese che affrontate mensilmente, in quanto i creditori eviteranno che possiate andare incontro a un sovra indebitamento.

A questo punto, è chiaro che, il maggiore svantaggio di un prestito per lavoratori interinali, a paragone di un classico personale, sta nel limite dell’importo che potrete richiedere.

Se quindi, dopo aver calcolato l’importo massimo richiedibile, vi accorgete che questo non può soddisfare le vostre esigenze e che avete bisogno di una somma maggiore, dovrete fare riferimento ad altre tipologie tradizionali di prestito personale.

Come abbiamo visto, però, non è semplice ottenerli se avete un contratto a tempo determinato, per cui in questo caso è necessario che siate in grado di presentare delle garanzie alternative.

Le garanzie alternative

La garanzia alternativa più richiesta da qualsiasi istituto di credito è la fideiussione, ovvero la presenza di una terza persona che si prenda la responsabilità di sostenere le rate del prestito qualora voi non siate più in grado di poterlo fare.

Il cosiddetto garante del prestito, però, deve altresì possedere dei requisiti per essere accettato dall’ente finanziario, ovvero:

  • Percepire una busta paga da lavoro dipendente a tempo indeterminato
  • Non risultare cattivo pagatore, ovvero non essere presente nella banca dati Crif (Centrale dei Rischi Finanziari)
  • Non avere in corso altri finanziamenti

In alternativa, gli istituti di credito possono valutar anche l’ipoteca su un immobile di vostra proprietà o un pegno sui titoli.

Importo richiedibile, durata e agevolazioni

I prestiti agevolati per lavoratori interinali, come abbiamo visto hanno delle caratteristiche molto simili ai classici prestiti personali. Si tratta infatti di prestiti non finalizzati, ovvero per i quali non avete bisogno di motivarne la richiesta né di presentare alcun giustificativo di spesa.

Gli univi vincoli riguardano il limite dell’importo richiedibile e la durata del piano di rimborso. I prestiti personali per lavoratori interinali rientrano infatti nella categoria dei piccoli prestiti personali, in quanto generalmente non riuscirete ad ottenere delle somme superiori a 2500 euro.

È comunque un’ottima possibilità per far fronte a delle spese impreviste, anche perché vengono erogati molto velocemente.

Questa tipologia di prestiti, poi, prevede delle agevolazioni particolari stabilite da Ebitemp, l’Ente bilaterale per il lavoro temporaneo che si occupa di tutelare i lavoratori a tempo indeterminato, quindi anche i lavoratori interinali.

Potete richiedere i prestiti agevolati per lavoratori interinali se avete prestato servizio, per più di un mese, presso un’azienda iscritta all’Ebitemp. Potete richiedere informazioni al vostro datore di lavoro o accedere direttamente al sito web di Ebitemp.

Le maggiori agevolazioni riguardano:

  • La possibilità di ottenere dei prestiti personali a tasso 0, quindi avrete un grosso risparmio sul finanziamento che andrete a richiedere
  • La possibilità di allungare la durata del rimborso, quindi avrete la possibilità di pagare mensilmente delle rate più basse, spalmate in un periodo di rimborso più lungo, che non supererà mai, comunque, i 9 mesi la data di scadenza del contratto di lavoro interinale
  • La possibilità di ottenere in prestito somme maggiori ai 2.500 euro, con durata superiore anche a 42 mesi la data di scadenza del contratto. Non si tratta in questo caso di un prestito a tasso 0, ma gli interessi applicati sono comunque molto agevolati. Per accedere a questa possibilità, però, dovrete dimostrare di essere dei clienti affidabili e per farlo dovrete prima richiedere un prestito di massimo 2.500 euro e finire di pagare il rimborso delle rate, senza ritardi.

A chi rivolgervi

Potete richiedere i prestiti agevolati per lavoratori interinali presso la vostra o qualsiasi altra banca, a una finanziaria o collegandovi direttamente presso il sito online di Ebitemp.

Per accelerare tutte le operazioni e i tempi di erogazione, potreste scegliere una finanziaria o una banca che operano anche o esclusivamente online. Avendo procedure diverse da quelle delle filiali fisiche, quindi molto più snelle, gli istituti di credito online possono farvi risparmiare su alcune spese accessorie o di apertura e saranno più celeri nell’erogarvi la somma richiesta.

Inoltre, i tassi di interesse potrebbero essere differenti da ente ad ente, in quanto ognuno applica i propri, per cui è consigliabile utilizzare un simulatore di prestito online, in modo da capire chi è in grado di farvi l’offerta più vantaggiosa.