Prestiti agevolati rimborsabili in 180 mesi: tutte le migliori soluzioni

Indice dei contenuti

Molti di voi si chiederanno se esistono dei prestiti agevolati rimborsabili in 180 mesi, ovvero con durata fino a 15 anni. La risposta è sì, esistono, ma non vengono concessi a tutti e per ottenerli bisogna possedere dei requisiti particolari, così come andremo a spiegare all’interno di questa guida.

Caratteristiche generali di un prestito agevolato

Prima di parlare dei prestiti agevolati a 180 mesi, è bene chiarire quelle che sono le caratteristiche di un prestito personale, che generalmente ha durata massima di 120 mesi o 10 anni.

Gli istituti di credito, però, si dimostrano sempre più disponibili a concedere finanziamenti con durata di rimborso maggiore, ovvero fino a 180 mesi, in quanto vi è la possibilità di abbassare la rata e di erogare somme più alte, che possono arrivare anche a 80.000 euro e, solo in alcuni casi, a 100.000 euro.

Un prestito viene considerato agevolato quando i tassi di interesse applicati sono piuttosto bassi e quando i piani di ammortamento sono tali da non mettere in difficoltà il debitore.

Quando convengono i prestiti agevolati e rimborsabili in 180 mesi

Generalmente, questa tipologia di prestiti viene richiesta quando si ha bisogno di una somma importante, come per l’acquisto di un immobile, ma non si vuole accendere un mutuo o non si ha un’immobile da ipotecare.

Superata la somma degli 80.000 euro, però, e in assenza della proprietà di un immobile, questo tipo di finanziamento non è più conveniente e, in alternativa, è meglio provare a chiedere un mutuo liquidità, anche se oggigiorno sono sempre meno le banche che lo concedono, a meno che non abbiate già una somma da parte per anticipare parte di quella che vi verrebbe concessa in prestito.

Non esistono invece prestiti agevolati e rimborsabili oltre i 180 mesi, per cui se state cercando un prestito ventennale è bene che sappiate che l’unica possibilità sarebbe quella di accendere un mutuo.

La convenienza di un prestito a 180 mesi, poi, è percepibile quando la somma finanziata si attesta sui 50.000 o 60.000 euro. Oltre questa somma, è molto più conveniente un mutuo liquidità.

Il mutuo liquidità ha indubbiamente dei costi accessori (perizia, catasto, ipoteche, notaio, assicurazione e imposte) molto più elevati rispetto al prestito personale. Di contro, però, ha dei tassi di interesse molto più bassi.

Il prestito agevolato personale, invece, ha quasi zero spese accessorie ma dei tassi di interesse più alti.

Quindi, rimanendo dentro la soglia dei 60.000 euro, non ci sono grosse differenze tra un prestito agevolato e un mutuo tranne il fatto che, nel secondo caso, dovrete possedere un immobile da ipotecare, a garanzia dello stesso prestito.

Superati i 90.000 euro è molto più conveniente il mutuo, per il quale potrete rimborsare le rate con una durata che arriva anche a trent’anni.

Tipologie di prestiti agevolati

Ma quelli di cui abbiamo parlato non sono le uniche tipologie di prestiti agevolati e rimborsabili in 180 mesi esistenti.

Sul mercato trovate altre forme di finanziamenti destinati a particolari categorie come giovani o giovani coppie che vogliono acquistare la loro prima casa.

A loro sono dedicate delle particolari forme di finanziamento, ovvero dei prestiti agevolati con tassi bassi di interesse e piani di ammortamento con durata fino a 180 mesi.

Inoltre, vi sono dei prodotti finanziari destinati a giovani che intendono mettersi in proprio e vogliono aprire un’impresa.

Il consiglio è quello di rivolgersi a un consulente finanziario che, in base alla vostra condizione e a ciò di cui avete bisogno, vi consiglierà la soluzione di finanziamento migliore.

Requisiti da possedere

Per richiedere i prestiti agevolati e rimborsabili in 180 mesi dovete possedere determinati requisiti, e questi possono diversificarsi di volta in volta in base al prodotto finanziario a cui volete accedere.

Di norma, il primo requisito che viene richiesto dagli enti finanziari è quello di possedere una busta paga da lavoratori con contratto a tempo indeterminato.

Tuttavia in alcuni casi, come per esempio quelli in cui il prestito è destinato a giovani che richiedono un prestito agevolato per creare impresa, la presenza della busta paga è sostituita da quella di un garante del prestito, che in molti casi è rappresentato dal genitore del giovane.

Si tratta di quella che in ambito giuridico viene chiamata fideiussione, ovvero la presenza di una terza persona che si assume la responsabilità di saldare le rate del prestito al vostro posto, qualora voi non foste più in grado di poterlo fare.

Attenzione a scegliere il garante, però, perché anche lui deve possedere dei requisiti, ovvero percepire una busta paga, avere un contratto di lavoro a tempo indeterminato e non risultare cattivo pagatore, cioè non avere problemi con il pagamento delle rate di precedenti finanziamenti.

Un altro requisito da possedere è quello di avere un’età compresa tra i 18 e i 60 anni. Oltre questo limite, sarà impossibile chiedere i prestiti agevolati a 180 mesi.

A chi richiederli

A dir la verità, non sono tantissimi gli istituti di credito disponibili a erogare dei prestiti agevolati a 180 mesi e, in alcuni casi, devono essere degli enti finanziari convenzionati con enti statali, che provvedono a rilasciare particolari agevolazioni per determinate categorie di persone.

Generalmente, i prestiti a 180 mesi sono più facilmente rilasciati dalle finanziarie online, che hanno più voglia di accaparrarsi clienti e che possono offrirvi delle soluzioni più vantaggiose, in quanto sono in grado di farvi risparmiare su alcuni costi accessori, visto che hanno un iter di lavorazione della pratica diverso da quello di una filiale fisica.

Potete conoscere quale istituto di credito o finanziaria è disponibile a rilasciarvi un prestito agevolato rimborsabile in 180 mesi facendo una ricerca sul web. Se poi volete sapere in breve tempo chi potrebbe farvi l’offerta più vantaggiosa, potreste utilizzare un simulatore di prestiti online.

Si tratta di uno strumento in cui, inserendo i dati richiesti, potrete calcolare la rata del prestito comprensiva di interessi e la sua durata.

Una volta che avrete individuato l’offerta più conveniente, potrete contattare direttamente online l’ente finanziario che vi offre questa opportunità, chiedere un preventivo e attendere di avere un esito, positivo o meno, che arriverà nel giro di qualche ora.

Se la vostra richiesta sarà accolta, nel giro di qualche giorno (a volte anche solo 24 ore), avrete accreditata la somma direttamente sul vostro conto corrente.